Famiglia e Infanzia
Giovani
Anziani
Diversamente Abili
Casa
Immigrazione
Esclusione Sociale
Contro la violenza alle Donne
Banca del Tempo
Associazionismo e Cooperazione
Solidarietà Internazionale
Utilità
Vuoi ricevere informazioni?
Servizio Coordinamento politiche sociali - P.le Barezzi, 3 - 43100 Parma
Versione accessibile

Disabili e qualità della vita: accordo Regione-associazioni Fand e Fish
Un protocollo d’intesa per migliorare servizi sociali, accessibilità e integrazione a scuola e sul lavoro

Migliorare il coordinamento e la realizzazione delle politiche regionali sulla disabilità nei diversi ambiti - dalla salute ai servizi sociali, dalla mobilità agli interventi per la non autosufficienza, dall’integrazione scolastica all’integrazione al lavoro - attraverso la condivisione dei percorsi con le associazioni Fish (Federazione italiana per il superamento dell'handicap) e Fand (Federazione tra le associazione nazionali dei disabili) che riuniscono associazioni per la tutela e per la promozione dei diritti delle persone disabili.
Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato dall’assessore alle politiche per la salute Carlo Lusenti e dai presidenti delle federazioni regionali Stefano Tortini (Fand) e Giuliana Gaspari Servadei (Fish).

Negli ultimi anni, la Regione Emilia-Romagna ha approvato diversi provvedimenti per garantire la tutela delle persone con disabilità. Tra i più rilevanti, gli interventi per l’integrazione scolastica e lavorativa, l’unificazione dei percorsi di valutazione e certificazione della disabilità (con la legge regionale 4 del 2008), l’istituzione del Fondo regionale per la non autosufficienza.
L’accordo ribadisce questo impegno, in un momento in cui le scelte nazionali – in una situazione di difficile crisi economica - penalizzano le persone più deboli negando di fatto il riconoscimento dei diritti (basti pensare all’azzeramento totale del Fondo nazionale per la non autosufficienza, al taglio delle risorse agli Enti locali, alla delega in materia fiscale e assistenziale che prevede tagli consistenti per tutte le persone disabili).
Approvato dalla Giunta regionale, l’accordo  nasce  dunque dall’esigenza di stabilire un maggiore confronto della Regione con le associazioni delle persone con disabilità e di favorire un livello  più alto di integrazione e coordinamento delle politiche regionali finalizzate al sostegno della vita indipendente e della qualità della vita delle persone con disabilità.

Con questo obiettivo, viene istituito  un Tavolo politico di coordinamento degli interventi in favore delle persone disabili, composto dalla Regione (assessore alle politiche per la salute e coinvolgimento, di volta in volta, degli assessori interessati alle diverse problematiche) e dai presidenti regionali delle federazioni Fish e Fand.
Il Tavolo ha il compito di approfondire temi specifici a sostegno delle persone disabili nei diversi ambiti di intervento regionale: sanità, servizi sociali, casa, scuola, formazione, lavoro, accessibilità, mobilità. Regione e associazioni, in modo condiviso, valuteranno i risultati ottenuti e le linee di indirizzo per le politiche future.  Il tema dell’integrazione al lavoro, in particolare, è una priorità: il Tavolo ha funzioni anche di monitoraggio, per cui può attivare indagini per “fotografare” gli interventi messi in campo in questo ambito.
L’accordo prevede inoltre il coordinamento di tutti i flussi informativi esistenti in materia di disabilità consentendo così una visione di insieme sulle politiche e gli interventi regionali.
Viene poi istituito  un Gruppo tecnico regionale, coordinato dalla Direzione generale sanità e politiche sociali, a cui partecipano le altre Direzioni regionali  coinvolte in politiche che hanno impatti sulla condizione di vita delle persone con disabilità (scuola, lavoro, mobilità, servizi sociali, servizi sanitari e socio-sanitari, accessibilità, turismo, sviluppo di impresa, politiche abitative, e-governement ) con compiti di coordinamento tecnico delle politiche decise a livello del Tavolo regionale. Alle riunioni del Gruppo tecnico parteciperanno anche  i presidenti delle Federazioni regionali Fish e Fand o tecnici da loro delegati in relazione alle tematiche oggetto del confronto.



data di creazione: 23/09/2011
data di modifica: 23/09/2011
segnala a un amico
versione stampabile

 

I vostri commenti:
Commenta
  Home / la Provincia di Parma / i Temi / i Servizi Online / i Comuni e gli Enti / 
web design LTT - Credits
- Privacy

i siti di portale.parma: notizie.parma | eventi.parma
i servizi di portale.parma: calendario degli eventi | filo diretto | newsletter

^ Torna a inizio pagina ^

 

 

funzione non attiva